A Milano, un “Fondo librario” che riassume la storia della medicina omeopatica

E’ stato aperto, presso lo stabilimento GUNA di Milano in Via Palmanova n° 71, il Fondo Librario dell’Omeopatia, contenente foto, immagini, documenti, ritagli di giornali, riviste ormai scomparse, libri e testi fuori catalogo, un progetto pensato non solo per preservare, e tramandare alle future generazioni la genesi e la storia dei medici omeopati di Milano ma anche per celebrare le personalità dei Maestri della Scuola Omeopatica milanese che, nel corso degli ultimi sessant’anni, hanno diretto le Scuole e formato l’attuale classe medica specializzata in medicine non convenzionali.

Locandina-FondoLibrario-minDall’iniziativa di Tommaso De Chirico, socio fondatore della FIAMO – Federazione Italiana Associazioni e Medici Omeopati, grazie alla disponibilità e alla collaborazione di Alessandro Pizzoccaro, fondatore di GUNA, si è realizzato un Centro Culturale Omeopatico interdisciplinare: non solo una raccolta di preziosi documenti storici, ma uno spazio deputato alla conoscenza, alla diffusione e alla difesa di tutte le varie espressioni dell’Omeopatia e del sapere delle Medicine Complementari.

“Senza alcuna preclusione o preferenza di alcun tipo nei riguardi delle varie correnti del pensiero medico non convenzionale, tutti indistintamente potranno consultare gratuitamente le opere, incontrare colleghi, organizzare eventi e presentazioni di libri, parlare e trattare di ogni argomento, dall’Omeopatia Classica Unicista all’Omotossicologia, dal Pluralismo omeopatico all’Antroposofia, dall’Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese alla Medicina Ayurvedica, dall’Omeopatia Veterinaria a quella Ambientale ed Ecologica, senza sentirsi discriminati nella loro scelta terapeutica”, ha confermato Alessandro Pizzoccaro, Presidente del C.d.A. di GUNA, l’azienda leader in Italia nella produzione e commercializzazione di farmaci di origine biologico-naturale.

I locali saranno disponibili gratuitamente e negli orari d’ufficio previa prenotazione al numero 02/280181 o a questa email 

StoriaG-9-min