E-report: crea il tuo bilancio integrato

Siamo consapevoli che – iniziato un percorso di rendicontazione trasparente – esso non avrà mai termine: ogni anno cerchiamo di aggiungere qualche tassello al nostro puzzle, nella speranza di poter godere alla fine di un quadro armonico, condiviso, autentico e comprensibile. Quest’anno abbiamo lavorato su più punti, per migliorare il nostro bilancio integrato e garantirvi percorsi di accesso alle informazioni più rapidi, disintermediati, e personalizzati, per promuovere interventi di CSR più coerenti con la nostra missione, per garantire una più facile comparazione dei dati di anno in anno. E molto altro…

Nella scorsa edizione del Bilancio Integrato GUNA ci chiedevamo quanto fosse facile correre il rischio di intendere le azioni di responsabilità sociale d’impresa solo come “charity”, qualcosa di “bello e collaterale” da fare a margine del business aziendale per migliorare la percezione del brand, ma un’azienda che ha come mission quella di migliorare l’indice di salute della popolazione è probabilmente già naturalmente propensa a “prendersi cura” di ciò che la circonda.

E’ quindi proseguito anche quest’anno il cammino che ha come obiettivo quello di dare ulteriore impulso alla definizione di un quadro coerente all’interno del quale coniugare al meglio il business aziendale e le attività di social responsibility di GUNA.

Questo progetto ha man mano preso forma – in un percorso lungo almeno 4 anni – attraverso dieci diversi passaggi:

1) PIU’ DISINTERMEDIAZIONE E PIU’ CONDIVISIONE. Già due anni fa avevamo reso disponibile on-line il bilancio prima della sua pubblicazione, così da permettere un’interazione con i nostri pubblici, che hanno avuto la possibilità di leggere il documento e inviarci suggerimenti e richieste di modifica. Quest’anno abbiamo definitivamente portato a regime il “cruscotto di indicatori” “Web-Cam“, che ha come obiettivo la pubblicazione di tutti i dati di rendicontazione direttamente dai vari reparti aziendali al web senza più alcuna “mediazione” da parte della direzione aziendale e degli azionisti. E’ il primo Bilancio Integrato completamente disintermediato, on-line 365 giorni all’anno, senza alcuna possibilità di “lifting” in occasione della chiusura dell’esercizio aziendale. L’anno entrante avvieremo inoltre i necessari passaggi per permettere a tutti i nostri Stakeholder “esterni” di accedere a loro volta al back-office delle sezioni che trattano dei loro progetti e della collaborazione tra loro e GUNA, editando quindi direttamente testi e numeri.

2) EVIDENZIARE I NOSTRI ERRORI. Per il quarto anno consecutivo, abbiamo dedicato un capitolo del volume per illustravi cosa avremmo voluto fare e non siamo riusciti a portare a termine. Sbagliamo, e a volte non riusciamo a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati, ma riteniamo che ammetterlo e rendicontarvi anche su questo abbia un grande valore, per Voi e per noi.

3) METTERE GLI STAKEHOLDER AL CENTRO. Il documento è strutturato e ordinato anche “per stakeholder”, perchè i nostri pubblici sono costantemente al centro della nostra attenzione: un menù elettronico permette di passare da uno stakeholder all’altro con estrema facilità.

4) CREARE UNA MAPPA “INTELLIGENTE”. La posizione degli stakeholder sulla nostra Mappa non è “casuale”: abbiamo elaborato una serie di checklist utili per comprendere il grado di “influenza” dei nostri pubblici sull’azienda e viceversa, li abbiamo fatti compilare a dei focus group creati appositamente per ogni stakeholder, e abbiamo ricavato un “punteggio” che ci permette di passare da un posizionamento empirico a un posizionamento scientifico di ogni pubblico sulla mappa, evidenziando in questo modo anche i profili di crisi potenziale. Dalla Mappa è inoltre possibile arrivare direttamente a tutti i progetti attivi, stakeholder per stakeholder.

5) GARANTIRE MAGGIORE COERENZA. La ridefinizione delle keyword per accedere ai finanziamenti dei bandi di finanziamento per la CSR pubblicati sul sito web di GUNA ha garantito maggiore affinità tra i progetti finanziati e la mission aziendale.

6) ANCORA PIU’ ATTENZIONE ALL’AMBIENTE. Il nostro Bilancio Integrato da quest’anno è disponibile per la distribuzione solo in forma elettronica, sul web. Il nostro desiderio è di dare un ulteriore contributo all’ambiente, con una riduzione dell’utilizzo di carta: per questo abbiamo creato il nostro “e-Report”;

7) UNA PIU’ AGEVOLE COMPARAZIONE DEI DATI. Abbiamo inserito ancora più tabelle comparative, per permettere al lettore, con un veloce colpo d’occhio, di paragonare facilmente le performance di anno in anno e apprezzare quali ricadute ha avuto ogni progetto per l’azienda e per gli stakeholder di volta in volta coinvolti.

8) ACCESSO “PERSONALIZZATO” ALLE INFORMAZIONI. L’accesso ai dati può avvenire con diverse modalità:

  • utilizzando il sistema dei “percorsi” (per sezioni, tempo di lettura disponibile, e per categorie professionali e di interesse);
  • consultando il testo in modalità tradizionale, scorrendo l’intero testo o selezionando lo stakeholder di maggiore interesse dall’indice principale oppure dal menù interattivo al fondo di ogni pagina elettronica;
  • tramite un motore di ricerca interno, ulteriormente potenziato;
  • tramite l’innovativa mappa degli stakeholder GUNA sul grafico cartesiano a quadranti;
  • accedendo al testo tramite la “nuvola” di keywords. Tanto più una certa keyword si ripresenta come “dominante” nel testo del bilancio, tanto più è in evidenza nella nuvola, con caratteri più grandi. Cliccandoci sopra, verranno selezionati e compariranno in automatico i capitoli ove la keyword in questione si ripropone al lettore;
  • facendo una ricerca per tag, che servono da filtro per indirizzare l’utente verso la scelta di un preciso capitolo o paragrafo del Bilancio Integrato. I tag rappresentano un efficace sistema di auto-organizzazione delle informazioni all’interno del bilancio Integrato: sulla home-page e all’interno di qualsiasi capitolo o paragrafo, il clic su un tag riaggrega automaticamente le informazioni, permettendo all’utente di leggere il bilancio consultando gli argomenti che ritiene più interessanti;
  • utilizzando l’aggregatore di dati: alcune delle informazioni salienti pubblicate sono state indicizzate con questo particolare sistema, permettendo al lettore di scaricare un sintetico “cruscotto di indicatori”, utile per raffrontare il Bilancio Integrato GUNA con i bilanci di altre aziende ed organizzazioni

9) NAVIGAZIONE PIU’ PIACEVOLE E FACILE. Abbiamo comunque prestato particolari accorgimenti per rendere l’esperienza di lettura il più gradevole possibile, integrando infografiche, videofilmati, fotografie, musiche e colori all’interno del testo. Il nostro desiderio è di “accompagnare” i nostri pubblici alla scoperta del nostro mondo nel modo più naturale, completo e piacevole possibile;

10) PIU’ SOCIAL. Oltre a condividere questo bilancio sui nostri canali social, abbiamo inserito uno share center per ogni pagina, così da facilitare la condivisione dei contenuti di interesse da parte dei lettori. Inoltre, dal 2014 il nostro Social Hub è navigabile anche da tutti i dispositivi mobili.

Buona lettura, e grazie di cuore per ogni vostra indicazione, critica e suggerimento che vorrete inviarci alla nostra casella email, dei quali faremo tesoro per tentare di fare ancora meglio in futuro.

Lo staff di Corporate Social Responsibility e Comunicazione di GUNA (*)

(*) Lo staff è coordinato da Luca Poma, giornalista, autore del gruppo “Il Sole 24 Ore”, Docente ed esperto in strategie di comunicazione, consulente in Digital PR, Corporate Social Responsibility e Crisis Communication.