MI ILLUMINO D’IMMENSO…SOSTENIBILMENTE!

In Guna, ci dichiariamo realmente soddisfatti quando riusciamo a dimostrare a noi stessi e a chi ci circonda che il raggiungimento obiettivi di carattere ambientale può non essere disgiunto dal raggiungimento di obiettivi di carattere economico. Seguendo questa regola aurea, con l’intento di sostituire i sistemi di illuminazione tradizionali con lampade a LED, abbiamo iniziato nel 2016 a mappare il numero di punti luce installati nei reparti di produzione del nostro principale stabilimento produttivo, in Via Palmanova a Milano. Scelte le lampade idonee per la sostituzione, abbiamo richiesto una quantificazione economica dell’intervento, di tipo “chiavi in mano”: la quotazione economica della sostituzione si è attestata a circa 85.000 euro. L’operazione prevedeva l’installazione di 624 lampade da 60 x 60, in grado di garantire consumi di 36W, rispetto ai 72W per lampada con la tecnologia tradizionale; inoltre, si prevedevano anche 189 lampade 60 x 30, con assorbimenti in grado di passare dai 31W della lampada tradizionale ai 15 di quella a LED. A questo punto, i nostri tecnici hanno valutato il risparmio energetico della possibile operazione, e quindi il possibile rientro economico dell’investimento. Considerando un periodo di accensione a piena potenza delle lampade in questione per una media di circa 10 ore al giorno, per i 365 giorni all’anno – considerazione di per se conservativa, poiché in realtà l’illuminazione è attiva spesso oltre le 12 ore al giorno nei reparti produttivi – si è calcolato un possibile risparmio in termini di minore assorbimento di energia vicino ai 95.000 KWh/e anno. Questi mancati consumi, considerato il costo del Kwh e le perdite dovute ad una fornitura in Media Tensione come la nostra, che si valutano vicine al 30%, avrebbero attestato il risparmio economico annuo a circa 21.000 euro. Senza considerare quindi il probabile incremento del costo dell’energia elettrica nei prossimi anni, che porterebbe ad ulteriore risparmio, e scontando il super-ammortamento fiscale del 140%, previsto dalla Legge finanziaria, l’investimento garantirà un payback – periodo di ritorno delle somme investite – inferiore ai 2,5 anni, al netto di ulteriori risparmi aziendali dovuti alla manutenzione pressoché nulla dei LED, a fronte di sostituzioni periodicamente sempre necessarie per le lampade tradizionali. Oltre al risparmio di tipo squisitamente economico, l’operazione presentava anche un netto vantaggio in termini di minore quantità di CO2 immessa in atmosfera, quantificabile in circa 49.290 tonnellate/anno, altro aspetto questo in cima alla nostra lista di priorità. Questi i parametri di fattibilità economica e ecologica che hanno portato ad intraprendere questo ulteriore passo di modernizzazione, avviato ad inizi 2017 e terminato definitivamente a fine marzo 2017, in direzione di un migliore efficentamento energetico del nostro stabilimento produttivo di Milano.