“Radio Guna”, il garante etico e l’agorà annuale

In GUNA è riservata una costante attenzione al capitale umano: la “squadra” in continua crescita è percepita come una “community” in cui nuovi innesti aggiungono il proprio bagaglio di esperienza a un nucleo ormai storico di collaboratori.

Per valorizzare questo patrimonio umano in continua evoluzione e favorire il mantenimento di un buon clima interno, sono state avviate diverse iniziative di ascolto e dialogo con e fra i collaboratori interni.

È proseguito regolarmente anche quest’anno l’invio periodico della newsletter interna “Radio GUNA”, un house-organ elettronico che con cadenza mensile informa sulle ultime novità in azienda e nel mondo delle medicine non convenzionali e periodicamente dà anche voce ai dipendenti stessi. Sono infatti intervistati a turno nella rubrica “La GUNA sono io”: i collaboratori interni da intervistare non sono scelti da una redazione o dalla direzione dell’azienda, ma vengono proposti dai loro stessi colleghi.

Ecco alcune risposte tratte da una delle interviste rilasciate per la rubrica “La GUNA sono Io“…

 

INTERVISTA A CESARE MAPELLI

 

CESARE-MAPELLI-foto

1) Quando hai sentito nominare per la prima volta l’azienda “GUNA”?
Sono un veterano del settore, infatti ho iniziato la mia carriera nel mondo “omeopatico” nel febbraio 1987, dopo essermi laureato in farmacia… tra poco saranno ben 26 anni! Per 16 anni ho lavorato per Dolisos, azienda omeopatica francese, dove ho iniziato come informatore, poi Direttore Tecnico ed infine Area Manager nord-Italia. Ma ho sentito parlare subito della GUNA, in quanto era un’azienda concorrente tra le più importanti del mercato omeopatico nazionale.

2) Qual’è la Tua mansione in azienda?
Attualmente ricopro tre mansioni in GUNA: a) responsabile dei rapporti con la cosiddetta “distribuzione intermedia”, incarico importante in quanto circa il 60-65% del fatturato di GUNA viene sviluppato tramite i grossisti del farmaco su tutto il territorio nazionale; b) responsabile farmacovigilanza e sorveglianza per il territorio nazionale ed estero; c) direttore tecnico vendita dei prodotti veterinari al pubblico. Inoltre lavoro per la Manas, la Parafarmacia che ha un importante accordo commerciale con Guna, come Responsabile commerciale delle strumentazioni e Farmacista responsabile della parafarmacia.

3) Tu giochi a golf: come riesci a contemperare questa Tua passione con i numerosi impegni di lavoro e di famiglia?
E’ vero, il gioco del golf è la mia passione! Gioco, quando mi è possibile durante il fine settimana, sfidando… moglie e figli! MA il mio handicap purtroppo è sta progressivamente peggiorando, ora è 10,9!

4) Quali sono le Tue letture preferite?
Leggo volentieri qualsiasi genere letterario. Attualmente sto leggendo un libro interessante di Federico Rampini “Voi avete gli orologi, noi abbiamo il tempo. Manifesto generazionale per non rinunciare al futuro”, sui baby-boomers

5) Qual’è la cosa più strana o assurda o divertente o strampalata che ti è capitata in questi anni di permanenza in Guna?
La cosa più divertente e assurda nello stesso tempo, mi è successa quando un giorno, qualche anno fa, è venuto in visita in GUNA il sig. Stefano Tacconi, portierone della mitica Juve – si sa che il nostro Presidente Dott. Pizzoccaro è juventino … – portato in azienda “ovviamente” da Giovanni Gorga, l’infaticabile PR di GUNA. Ebbene, quando l’ho incontrato, ignaro della sua visita, l’ho scambiato per un noto farmacista milanese con il quale avevo avuto diversi contatti nelle mia vita lavorativa omeopatica…Ho chiacchierato con lui per diversi minuti, parlando di omeopatia e di quando c’eravamo incontrati l’ultima volta. Il calciatore è stato al “gioco” e mi ha ascoltato rispondendomi in modo piuttosto evasivo ma assai interessato…e solo più tardi, mi sono accorto della terribile gaffe…!

 

GARANTE ETICO

“LA GUNA SIAMO NOI”: ANTONELLA ZAGHINI

Già nel 2010, venne nominato il Garante Etico aziendale, figura cui tutti i collaboratori – interni ed esterni – possono rivolgersi anche in forma anonima segnalando eventuali criticità, violazioni dei codici di condotta o altre problematiche, con la garanzia di veder trattati tali problemi con delicatezza e informalità in un tentativo di conciliazione amichevole da esperirsi prima di eventuali passaggi diciplinari ufficiali. Il Garante Etico è stato individuato in Antonella Zaghini, membro dello staff di Presidenza e Peace Manager; la “storica” impiegata dell’azienda, la prima dipendente assunta 29 anni fa, che ha proseguito anche quest’anno il proprio lavoro di monitoraggio dei dissidi tra dirigenti e dipendenti e “peer-to-peer” tra collaboratori, trattando 7 casi* dopo istanza dei dipendenti interessati ed effettuando diversi colloqui preliminari per casi poi risolti senza necessità di istituire uno specifico e formale dossier. Cinque pratiche sono state portate all’attenzione della direzione del personale, e fra queste, una fino all’attenzione della direzione generale.

* Nota: uno dei dossier classificati come critici in questa tabella, è quello relativo agli inevitabili disagi patiti a tutti i livelli dal personale aziendale in occasione del cambio dal vecchio sistema gestionale al nuovo gestionale SAP, ed ha generato una pluralità di “query” al Garante Etico. Abbiamo ritenuto di accorparle tutte, stante l’assoluta coincidenza di tipologia di reclamo in tutti i colloqui relativi a quella problematica.

Tabella: “Garante etico”

 

Garante Etico2017201620152014201320122011
Segnalazioni generiche e richieste di ascolto2125729
Potenziali contenziosi esaminati002433
Dossier istruiti e portati all'attenzione della Dir Personale
00451

 

 

L’AGORA’ E LA VEICOLAZIONE DELLA CSR NELLA NOSTRA SQUADRA

Nel mese di ottobre,come ogni anno ha luogo l’ “Agorà”: mezza giornata di incontro cui hanno preso parte tutti i collaboratori interni, per condividere con il Presidente del Consiglio di Amministrazione di GUNA, Alessandro Pizzoccaro, i risultati dell’anno in corso.

Per la prima volta nel 2013, e poi negli anni a seguire, l’evento si è svolto con il massiccio utilizzo di supporti multimediali, con significative conferme di gradimento da parte di dipendenti e collaboratori.

Il desiderio manifestato a più riprese dai collaboratori interni è che questo appuntamento possa trasformarsi sempre più da un momento di “informazione” dai vertici verso la base a un momento di “condivisione” delle strategie aziendali.

Ci siamo inoltre resi conto di dover intensificare gli sforzi al fine di “veicolare” al meglio i nostri valori all’interno della nostra squadra. Quanti di noi sono effettivamente al corrente delle molteplici iniziative che l’azienda promuove, e quanti se ne sentono “protagonisti”…? Tre le soluzioni per ora individuate:

– nella Newletter interna “Radio GUNA” ogni mese – selezione a cura di Antonella Zaghini –  verrà segnalata una parte specifica di questo Social Hub, mettendo in evidenza un particolare progetto o iniziativa;

– verranno organizzati dei corsi interni di aggiornamento sulla Nutraceutica Fisiologica di Regolazione, perchè la nostra prima azione di responsabilità sociale e prenderci cura dello stato di salute della popolazione, e i nostri dipendenti sono il “cuore” della cittadinanza con la quale abbiamo a che fare;

– abbiamo varato un programma di aggiornamento dell’hardware, in collaborazione con la sezione IT dell’azienda, affinché anche coloro tra i collaboratori che non hanno abitualmente accesso ai PC (per esempio Magazzinieri, addetti alle consegne, etc) possano disporre di “computer condivisi” per per poter accedere al Social Hub, alle newsletter Radio GUNA e alla pagina Facebook aziendale, durante l’orario di lavoro. Più informazione per tutti, eguale a più consapevolezza per tutti!