Una straordinaria “marcia mondiale” per la pace

160.000 km in tre mesi attraverso tutti i continenti: una mobilitazione senza precedenti andata in scena tra ottobre 2009 e gennaio 2010, destinata a sollecitare i governi a compiere passi concreti in grado di assicurare la pace, con l’adesione di Premi Nobel, capi di stato, personaggi del mondo dello sport, dello spettacolo, della cultura, ONG e associazioni di volontariato.

La manifestazione è stata promossa dall’Associazione internazionale umanista “Mondo Senza Guerre“: la Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza è partita da Wellington (Nuova Zelanda) il 2 ottobre 2009, in occasione della “Giornata internazionale della Nonviolenza”, che coincide con l’anniversario della nascita del Mahatma Gandhi (1869), e si è conclusa il 2 gennaio 2010 a Punta de Vacas, Argentina.

I marciatori hanno chiesto:
1. il disarmo nucleare a livello mondiale;
2. la riduzione progressiva e proporzionale degli armamenti convenzionali;
3. la firma di trattati di non aggressione tra paesi;
4. il ritiro immediato delle truppe d’invasione dai territori occupati;
5. la rinuncia dei governi a utilizzare le guerre come mezzo di risoluzione dei conflitti.
A livello internazionale hanno aderito alla Marcia Mondiale personaggi come i premi nobel Jimmy Carter, il Dalai Lama, Dario Fo, Rigoberta Menchú, José Saramago, Desmond Tutu… I capi di stato di Cile, Argentina, Bolivia, Ecuador, Uruguay, Croazia e la regina Rania di Giordania… Personaggi famosi come Isabel Allende, Pedro Almodóvar, Daniel Barenboim, Penelope Cruz, Art Garfunkel, Philip Glass, Zubin Mehta, Viggo Mortensen, Yoko Ono, Lou Reed, Pete Seeger, Bob Wilson… Organizzazioni internazionali come Amnesty International, Croce Rossa, Greenpeace, Madres de Plaza de Mayo, Medici Senza Frontiere, e molti altri.

Anche in Italia molti personaggi noti hanno dato la loro adesione: Claudio Baglioni,  Ascanio Celestini,  Iván Ramiro Córdoba, Lella Costa, Claudia Gerini, Vladimir Luxuria,  Gianluca Pessotto, Ottavia Piccolo, Alex Zanotelli, Susanna Tamaro, Dacia Maraini, Ermanno Olmi, Laura Pausini, Umberto Veronesi… E poi realtà come Emergency, Conferenza Istituti MissionariItaliani, Gruppo Abele, CGIL, Movimento Nonviolento, Unione Italiana Sport per Tutti (UISP), Trekking Italia e il progetto nerazzurro Inter Campus.

Anche Guna ha aderito attivamente alla Marcia:

“Il nostro obiettivo – ha spiegato Alessandro Pizzoccaro, presidente di Guna Spa – non è mai stato solo quello di generare utili, perchè crediamo da sempre che ogni azienda dovrebbe contribuire anche allo sviluppo sociale ed ecologico dei territori in cui opera. Per questo motivo mi auguro che anche altre realtà imprenditoriali seguano il nostro esempio, sostenendo e condividendo gli ideali di questa manifestazione dal forte impatto umanitario.”

Ulteriori informazioni sulla Marcia sono reperibili su queste risorse web: www.marciamondiale.org oppure su www.theworldmarch.org

La Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza è stata una pietra miliare nel percorso di CSR di GUNA, ed ha coinvolto tutta la l’azienda: buona parte dei dipendenti si sono mobilitati, tramite passaparola, aiutando la raccolta fondi e camminando con i marciatori durante la tappa di Milano, dove 11.000 persone si sono riunite spontaneamente di piazza Duomo per il più grande Karaoke di tutti i tempi, cantando “Imagine” di John Lennon, “diretti” dal palco dal ragazzi di Radio DJ.

Grazie al concreto sostegno di GUNA, è stato possibile organizzare un grande concorso nelle scuole italiane, patrocinato dal Ministero della Pubblica Istruzione, dal titolo “Facciamo la Pace”: gli alunni sono stati invitati a partecipare inviando elaborati di ogni tipo (scritti, foto, video, etc) sul tema della non violenza. Un successo travolgente: l’ufficio di Antonella Zaghini, il “Peace Manager” di GUNA, è stato letteralmente “sommerso” di buste e pacchi per intere settimane…

Qui sotto, alcuni video che documentano la straordinaria avventura della Marcia, la partecipazione di GUNA, e l’arrivo della Marcia in Argentina