Scienza: le collaborazioni con le università e gli enti di ricerca

L’idea di attivare un progetto specifico di Ricerca Clinica in GUNA nacque nel 2007, in risposta a una dura critica sull’efficacia dei medicinali omeopatici, che ci fece avvertire la necessità di avviare un progetto di riconoscimento e diffusione del valore della Medicina Non Convenzionale attraverso studi condotti con rigore metodologico.

All’inizio del 2009, il progetto era pronto alla linea di partenza: vennero avviati i primi studi clinici condotti in linea con le norme di “Good Clinical Practice”. L’adesione a questo standard internazionale di etica e qualità scientifica da parte di GUNA garantisce l’attendibilità dei risultati degli studi clinici promossi dal Comitato Scientifico di GUNA e coordinati dalla sua Unità di Ricerca Clinica.

Ai primi studi di basepreclinici, avviati con lo scopo di raggiungere una migliore comprensione dell’azione farmacologica di alcune molecole low-dose, ne sono seguiti altri di tipo clinico controllato su patologie specifiche, ad alta incidenza, in riferimento alle quali la medicina convenzionale non ha ancora trovato soluzioni terapeutiche efficaci o non garantisce pienamente la tutela da eventuali effetti collaterali.

Nel corso del 2011, abbiamo sostenuto diversi progetti di ricerca, alcuni direttamente ed altri affiancando università e enti di ricerca.

A seguire un riepilogo delle più rilevanti collaborazioni in corso.

 

RICERCA DI BASE

– Effetti di bassi dosaggi di FSH e Progesterone nel topo, quale modello della sindrome da ovaio policistico (PCOs).
Facoltà di Scienze Veterinarie dell’Università degli Studi di Milano

– Effetti di bassi dosaggi di IL-12 sul PBMC di pazienti affetti da carcinoma polmonare non a piccole cellule.
CeRMS, Centro di Ricerca in Medicina Sperimentale e AOU S.Giovanni Battista, Torino

L’azione di IFN-gamma a bassi dosaggi sull’attività funzionale delle cellule NK in pazienti con carcinoma colon rettale: studi preliminari.
Dipartimento di Discipline Medico-Chirurgiche, Università degli Studi di Torino

Inoltre, presso l’Istituto di Morfologia Umana dell’Università degli Studi di Milano è in corso la Collaborazione scientifica per gli studi di ricerca di base

– “Oral administration of interleukin-10 and anti-IL-1 antibody ameliorates experimental intestinal inflammation”. Sottoposto per la stampa alla rivista Gastroenterology Research.

– e Effects of a combination bovine colostrum and Morinda Citrifolia extract (Noni) on proliferation of human coloncytes “

 

 

RICERCA CLINICA

– Studio controllato randomizzato sul mantenimento di bassa attività di malattia con la somministrazione di basse dosi di citochine attivate comparato con la terapia standard (DMARDS) nel management delle artriti.
UO di Reumatologia Ospedale San Pietro Fatebenefratelli, Roma
Lo studio è in corso e procede nei tempi stabiliti: alcuni dei pazienti sono già in trattamento, altri sono in fase di arruolamento.

– Sperimentazione su soggetti con epatite Cronica da HCV (genotipo 1 e 3).
Comunità di San Patrignano e il SERT di Villafranca di Verona
Il progetto si è ormai concluso, i dati dei pazienti sono inseriti nella CRF e si sta procedendo con l’elaborazione statistica.

– Studio del trattamento dell’artrite reumatoide.
Ospedale S.Pietro Fatebenefratelli, Roma

Riteniamo utile evidenziare come un progetto di ricerca clinica – d’interesse per il benessere dell’intera collettività – possa avere una ricaduta positiva anche sul conto economico dell’azienda. Tra i vari progetti pluriennali di ricerca clinica avviati dal Dipartimento Scientifico di GUNA, vi è un ambizioso studio sulla dermatite atopica presso il Fatebenefratelli di Roma.

L’investimento complessivo per il sostegno al progetto è di 267.000 euro. Grazie a particolari incentivi per la ricerca scientifica, GUNA ha maturato un guadagno fiscale pari a 154.305 euro, direttamente dedotti dalle imposte versate all’Agenzia delle Entrate tramite il modulo F24.

 

COLLABORAZIONI DIDATTICHE

Università degli Studi di Parma – Dipartimento dell’Età Evolutiva – Cattedra di Clinica Pediatrica

Collaborazione didattica per il Corso di Perfezionamento della facoltà di Medicina e Chirurgia in “Low Dose Medicine in Pediatria” – Anno Accademico 2011-2012; 2012-2013.

 

Università degli Studi di Pavia – Dipartimento di Scienze morfologiche, eidologiche e cliniche

Collaborazione Didattica per il Corso di Perfezionamento per Coordinatori Di Medicina Integrata – Anno Accademico 2012-2013.

 

Alla data di chiusura di questo bilancio, inoltre, erano in fase avanzata gli accordi per l’avvio – nell’anno accademico 2013-2014 un corso di alta formazione presso l’Università di Roma “La Sapienza” e un corso di perfezionamento presso l’Università degli studi di Siena. Vi terremo aggiornati nelle prossime edizioni del nostro bilancio integrato.

 

GUNA ha inoltre sostenuto il 26° Congresso dell’AMIOT – Associazione medica Italiana di Omotossicologia, dal titolo “Low dose medicine: Up-date research and Safe therapy”, organizzato il 26 maggio 2012 nell’Aula Magna del Rettorato dell’Università Statale di Milano. In tutto il mondo la ricerca clinica sull’uomo con medicinali low dose, sviluppata attualmente nel rispetto dei criteri metodologici validati dall’ Evidence Based Medicine e realizzata con standard di ottimo livello, ha portato alla certezza di efficacia e di sicurezza, sgombrando il campo dagli ultimi pregiudizi obsoleti ed anacronistici. Un numero sempre maggiore di pazienti e di medici si rivolge con apprezzamento e fiducia alla Low Dose Medicine, entrata – a pieno titolo – anche in numerose Istituzioni Pubbliche ed Università Italiane ed Estere. E’ noto che tra i suoi vari aspetti positivi, la Low Dose Medicine offre un margine altissimo di safety nonché un impatto ambientale nullo sul Pianeta. A questi valori, si aggiungano i minori costi globali di terapia, per di più abbinati alla mancanza di costi indotti dagli effetti collaterali. Per il 26° Congresso di Medicina Biologica, A.I.O.T. ha invitato illustri ricercatori e clinici che hanno presentato i loro update della ricerca in Low Dose Medicine. La Sessione Poster, inoltre, ha apportato nuova linfa e nuovi imput alla conoscenza e alla buona prassi. GUNA ha aderito con entusiasmo al progetto, garantendo – nell’ambito dell’accordo quadro di partnership con AOIT – le risorse necessarie ad organizzare questo importante evento