La nostra voce

GUNA concentra la maggior parte delle proprie energie nell’informazione medico-scientifica, ma si rende sempre disponibile a partecipare a convegni, seminari e dibattiti organizzati da associazioni di categoria, associazioni culturali e cooperative.

Consideriamo l’informazione verso il grande pubblico parte integrante della nostra missione aziendale e riteniamo fondamentale il continuo confronto con altre imprese e attori sociali, al fine di creare occasioni di proficui scambi di “buone prassi”: per questo motivo i nostri relatori rinunciano sempre a qualunque gettone di presenza.Salone-CSR-Bocconi-2014-report-finale

Numerosi sono quindi gli eventi pubblici nei quali abbiamo illustrato la nostra filosofia di responsabilità sociale d’impresa, anche dibattendo sulle difficoltà e restrizioni legislative del nostro comparto industriale, e discutendo dell’efficacia delle nostre proposte terapeutiche e dei più innovativi paradigmi di cura.

Potete trovare alcuni dei nostri interventi nei brevi videoclip pubblicati su GUNA TV all’indirizzo www.youtube.com/user/GUNATV

 

Tra questi eventi spicca il Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale, organizzato presso l’Università Bocconi di Milano. E’ il più importante evento in Italia dedicato all’evoluzione della responsabilità d’impresa verso scenari sempre più innovativi e sostenibili.

Il 2014 è stato il primo anno di fattivo coinvolgimento di GUNA nelle attività del Salone: siamo stati protagonisti della Tavola Rotonda “Salute 3.0: nuovi modelli di collaborazione”, con l’intervento – oltre ad altri autorevoli rappresentanti del privato sociale – del nostro Presidente Alessandro Pizzoccaro, con la moderazione del giornalista Mario Pappagallo, autorevole firma del Corriere della Sera. Cambiano i medici, a volte cambiano evento-GUNA-Il-Salone-della-CSR-e-dellImpresa-Sociale-08-10-14le malattie, ma soprattutto stanno cambiando le strutture sanitarie e i pazienti. E, con le nuove tecnologie e i nuovi media, si modifica anche la relazione tra i diversi soggetti, in particolare tra medico e paziente. Oggi le persone hanno a disposizione strumenti che li mettono in contatto diretto con i contenuti clinici e che consentono la ricerca di informazioni in modo autonomo. Cresce l’empowerment del paziente: si sceglie lo specialista attraverso il passa parola sul web, la struttura in base alle informazioni raccolte sulla rete, la cura attraverso associazioni di malati e community. Ma il cambiamento non è solo questo: in un momento in cui il Servizio Sanitario Nazionale è in difficoltà e si stanno scoprendo nuovi modelli organizzativi, nuove tipologie di farmaco e nuovi modi di collaborare, ci siamprogramma-evento-Creazione-del-Valore-con-intervento-Pizzoccaro-1o interrogati anche sui modelli di gestione della proprietà intellettuale in ambito sanitario: protezione ossessiva delle conoscenze… o libera circolazione del sapere?

Nel 2015, siamo presenti al Salone come relatori in occasione della tavola rotonda sui progetti di CSR non convenzionali, o “scomodi”: progetti che per essere abbracciati e sostenuti richiedono un pizzico di coraggio e di disponibilità ad andare contro corrente…! La case-history che il Salone vuole esaminare è quella di DIALOG Milano, un grande progetto sul dialogo inter-religioso e interculturale che vede GUNA come sponsor unico, e di cui trovate rendicontazione qui sul Social Hub.

Il nostro Presidente Alessandro Pizzoccaro presenta la versione 2.0 di questo Social Hub in occasione del "Salone della Responsabilità Sociale d'Impresa" presso l'Università Bocconi di Milano

Il nostro Presidente Alessandro Pizzoccaro presenta la versione 2.0 di questo Social Hub in occasione del “Salone della Responsabilità Sociale d’Impresa” presso l’Università Bocconi di Milano

Nel 2016, siamo stati coinvolti dal Salone in un evento sul futuro della rendicontazione integrata aziendale, in occasione del quale abbiamo presentato la nuova versione 2.0 del nostro Social Hub, che state navigando. Abbiamo inoltre partecipato a numerose presentazioni del Bilancio integrato online che state leggendo: diverse realtà associative si sono interessate alle nostre modalità di rendicontazione integrata, continua, multistakeholder e multicanale. Tra le più prestigiose, segnaliamo il NIBR – Network Italiano Business Reporting, antenna del World Intellectual Capital Initiative Network for Europe, Assolombarda, l’associazione di categoria COSMETIC Italia, e molte altre.

Nel 2017, in occasione della 5˄ edizione del  Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale – presso l’Università Bocconi, GUNA S.p.a.,  era presente all’interno di due tavole rotonde aperte al pubblico.

Il fil rouge di questa edizione è stata “L’arte della sostenibilità” che vuole portare alla riflessione su temi di grande impatto, dall’evoluzione del welfare alla sostenibilità della filiera, dall’impatto sociale sulla comunità alle azioni a favore del territorio.

Il primo appuntamento intitolato “Salute, ricerca, innovazione” ha avuto come protagonista il presidente Alessandro Pizzoccaro, con Gaela Bernini, Responsabile dell’area scientifica e sociale Fondazione Bracco; Maria Cristina Ferradini, Managing Director at Fondazione Vodafone Italia; Giuseppe Lorusso, Founder e CEO ScegliereSalute; Isabella Roth, Communication Manager Baxter e, in veste di moderatore, Elio Borgonovi, docente dell’Università Bocconi.

L’incontro è stato l’occasione per approfondire come le imprese stanno sperimentando strategie e pratiche di sviluppo con particolare attenzione alla sostenibilità: far avanzare la ricerca, migliorare la salute delle persone del pianeta, sostenere responsabilmente i territori.

Il secondo appuntamento è stata la Tavola Rotonda “Ricerca e innovazione responsabile: la voce dei cittadini europei” dove è intervenuto come relatore Enzo Miranda, Dipartimento Scientifico GUNA S.p.a.

Questo incontro è stato invece l’occasione per presentare e discutere cinque macro temi di ricerca e innovazione responsabili che non potranno essere ignorati nel prossimo futuro. In che direzione andranno la ricerca e l’innovazione Europea nel prossimo futuro? In questa occasione è stato presentato il progetto CIMULACT(Citizen and Multi-Actor Consultation on Horizon 2020, finanziato dal programma H2020 della Commissione Europea), che negli ultimi due anni ha coinvolto oltre 5000 cittadini e 600 esperti di 30 paesi europei in un ambizioso progetto internazionale per definire le direzioni di ricerca che la Commissione Europea dovrà finanziare se vorrà tenere conto delle visioni e dei desideri delle persone.