“M’illumino di meno”

Un piccolo gesto di grande significato: anche quest’anno GUNA ha aderito all’iniziativa “M’illumino di meno”, patrocinata dal Parlamento Europeo, per sensibilizzare su un razionale utilizzo della corrente elettrica e sulla conseguente riduzione di immissioni inquinanti.

Ogni anno, il 19 febbraio, dalle ore 18:00 per tutta la notte, l’imponente facciata del nostro stabilimento di via Palmanova 69 è stata completamente spenta. Un piccolo gesto simbolico, ma di grande significato, per contribuire anche in GUNA a pensare a come illuminare meglio e spendere – e inquinare – di meno per tutto l’anno.

L’iniziativa è stata accompagnata da una lettera del Presidente Alessandro Pizzoccaro rivolta a tutti i collaboratori di GUNA e le loro famiglie, allo scopo di sensibilizzare i collaboratori sull’opportunità di un uso più razionale di energia, carburante, automobili, raccomandando piccole attenzioni per eliminare sprechi di risorse energetiche in ogni momento della vita quotidiana.

 

 “M’illumino di Meno”: GUNA con la RAI per il risparmio energetico

 Cari collaboratori,

come sapete, GUNA da sempre è attenta alle tematiche ambientali e la pubblicazione annuale del nostro bilancio sociale ne è testimone puntuale. Nell’ambito delle molte iniziative di responsabilità sociale anche quest’anno abbiamo deciso di aderire alla giornata “M’illumino di Meno”, promossa dalla trasmissione Caterpillar di RAI Radio 2: una giornata dedicata alla sensibilizzazione sul tema del “risparmio delle risorse energetiche”.

Quest’anno, la data scelta per questa giornata “ecosostenibile” sarà il 17 febbraio. L’iniziativa è perfettamente in linea con l’impostazione di GUNA: con una serie di gesti poco più che simbolici possiamo diffondere una maggiore conoscenza di questa importante tematica, sensibilizzando altre aziende, colleghi, amici e parenti sull’importanza di prestare attenzione ai consumi; non solo in un’ottica di risparmio economico contingente ma anche con riguardo al rischio più generale di un possibile esaurimento delle materie prime naturali dalle quali la nostra energia elettrica deriva.

Lo staff di Caterpillar ha creato un “decalogo di buone abitudini”, da applicare nella nostra vita di tutti i giorni, specie quando rientriamo a casa:

1. spegnere le luci quando non servono

2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici

3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria

4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola

5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre

6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lasci passare aria

7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, infissi, porte esterne

8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni

9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra muri esterni ed i termosifoni

10. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

Ad ulteriore conferma della nostra adesione all’evento, GUNA spegnerà le luci – interne e di illuminazione esterna – il 17/02, dalle h 18:30 alla mattina successiva, lasciando simbolicamente al buio tutte le proprie sedi.

Ma il modo ancora migliore per aderire all’iniziativa e di renderla concreta, è quello di stare attenti, in Azienda, ogni giorno, a mille dettagli; ad esempio spegnendo, quando ci si assenta, le luci degli uffici e delle zone in cui si lavora, chiudendo il PC al termine della giornata lavorativa, tenendo il riscaldamento a temperatura non eccessiva, chiudendo le finestre e le porte per ottimizzare riscaldamento e aria condizionata, ecc. ecc.

A volte un problema grande può essere in parte risolto con un impegno piccolo da parte di tanti.

Un cordiale saluto,

Alessandro Pizzoccaro